1

App Store Play Store

dott d andreajpeg

NOVARA - 26-07-2021 --  L'Ordine dei Medici interviene sul cosiddetto "caso Garavelli": infatti, in seguito alle notizie comparse in questi giorni sugli organi di informazione in merito all’intervento del dott. Pietro Luigi Garavelli a un corteo che manifestava contro il green-pass, l’Ordine provinciale dei medici chirurghi e odontoiatri ha deciso di assumere le iniziative del caso.

 

"Stiamo valutando – spiega il presidente, il dott. Federico D’Andrea (nella foto)– se esistono i presupposti per un’azione disciplinare e se sarà il caso apriremo un procedimento. Esiste un Codice deontologico che obbliga i medici a tenere determinati comportamenti: la violazione di queste regole implica l’adozione di misure specifiche: si va dall’ “avvertimento” alla “censura” per arrivare alla sospensione e alla radiazione. L’Ordine provinciale fin dal primo momento ah sostenuto la campagna vaccinale: il vaccino è uno strumento importantissimo con il quale i sanitari si possono garantire contro il Covid-19 e, di conseguenza, garantire anche i cittadini. E il green-pass si inserisce perfettamente tra i provvedimenti che si possono adottare per contenere la pandemia".