1

Daniele Giaime presidente Ambulanza Vergante 2

NEBBIUNO – 05-08-2020 – L’Associazione

Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante, con sede a Nebbiuno, con Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), ha aderito al bando “Time To Care” del Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale e Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per azioni sui territori volte a favorire lo scambio intergenerazionale.

Il bando “Time To Care”, pubblicato il 31 luglio e predisposto in collaborazione con il Forum del Terzo Settore, è rivolto a 1.200 giovani tra i diciotto e i trentacinque anni che vogliono impegnarsi, per un periodo di sei mesi, in attività di supporto e assistenza agli anziani, categoria più fragile e considerata più esposta al contagio del coronavirus Covid-19. Le attività a favore degli anziani previste dal progetto vanno dall’assistenza a domicilio o a distanza ad attività di “welfare leggero” quali ad esempio la consegna di spesa, acquisto farmaci, contatti con i medici di base, consegne a domicilio di pasti preparati o altri beni di necessità, accompagnamento a visite mediche, assistenza da remoto, anche mediante contatti telefonici dedicati all’ascolto e al conforto di chi è solo.

Presso l’Associazione Ambulanza del Vergante sono disponibili due posti finanziati dal progetto Time to Care. La domanda di partecipazione va inviata, tramite pec, all’associazione Anpas di riferimento e deve essere presentata entro le ore 14 del 31 ottobre. La pec dell’associazione a cui inviare il modulo di candidatura è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Il modulo è disponibile anche sul nostro sito internet: wwww.ambulanzavergante.com, oppure può essere richiesto via email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando al numero 348/0930102.

I giovani che saranno selezionati firmeranno un contratto di collaborazione coordinata e continuata e sarà loro riconosciuto un assegno mensile pari a 375,00 euro netti, oltre ai contributi previdenziali; avranno una copertura assicurativa relativa ai rischi connessi allo svolgimento delle attività e saranno dotati di adeguati dispositivi di protezione individuale. Inoltre, riceveranno una formazione ad hoc e al termine delle attività verrà loro rilasciato un attestato di riconoscimento delle competenze.

Il presidente Giaime Daniele dichiara: “La nostra associazione è molto felice di aderire a questo progetto, ringrazio il nostro Consiglio Direttivo per avere accettato fin da subito di far parte del progetto, dando così la possibilità a due giovani di fare un’esperienza intensa con noi sul territorio per aiutare le categorie più fragili come gli anziani, siamo stati molto impegnati e pressati dall’emergenza Covid e l’aiuto di due giovani con noi ci darà ancora più’ coraggio ed energie nuove, per affrontare il periodo successivo all’emergenza Covid-19 e sarà per loro occasione per toccare con mano da vicino quanta necessità esiste nel sociale, e quanto da fare c’è e quante persone meravigliose ci sono nel volontariato sui nostri territori che si prodigano per gli altri, sarà un arricchimento per tutti”.