1

officinegrafiche

NOVARA - 04-06-2020 -- E’ stato approvato

ieri in giunta a Novara il progetto definitivo delle varianti relative a Ex magazzini Cariplo (Sant’Agabio) ed ex Officine Grafiche (corso della Vittoria).


“E’ il secondo e ultimo passaggio per approvare definitivamente i due progetti – spiega l’assessore all’Urbanistica Elisabetta Franzoni – Dopo le osservazioni e i pareri raccolti, i progetti definitivi andranno in commissione la prossima settimana ed entro la fine del mese approderanno in consiglio comunale”.


La variante degli ex Magazzini Cariplo, a Sant’Agabio, consiste nella realizzazione di un polo logistico tradizionale senza alcuna modifica rispetto al progetto preliminare: “Il nuovo insediamento significa nuovi posti di lavoro, con la possibilità di  defluire il traffico su via Molino della Torre – spiega Franzoni – Ma si tratta anche di un grandissimo intervento di tipo ambientale che sarà realizzato attraverso l’iniziale rimozione di una quantità immensa di amianto di cui si farà carico il richiedente”.

La variante relativa alle ex Officine grafiche De Agostini consiste invece in un intervento di tipo residenziale e commerciale: “Sono previste strutture di tipo didattico con la scuola di moda e di cucina, uno studentato, laboratori per start up, oltre ai tradizionali interventi residenziali e commerciali. In fase di Vas, è emersa la necessità di modificare il progetto preliminare con l’inserimento di una rotatoria a precedenza interna al posto del semaforo tra via Beltrami e corso della Vittoria. Un intervento – conclude Franzoni - che risponde ad esigenze di carattere ambientale e viabilistico migliorando la fluidità e la circolazione del traffico lungo corso della Vittoria”.


Dopo il passaggio in consiglio comunale (entro al fine del mese di giugno), potranno essere richiesti i permessi di costruzione dando così inizio agli interventi effettivi.

“Andiamo avanti – conclude il sindaco Alessandro Canelli – con la realizzazione di tutte quelle operazioni amministrative ed urbanistiche di riqualificazione da un parte e di nuovi insediamenti dall’altra che compongono i vari tasselli del mosaico di riqualificazione complessiva della città. In un momento come questo, ancora di più rispetto a prima, è necessario procedere con velocità e tempestività nell’offrire alla città crescita e nuova occupazione. Le due varianti approvate vanno in questa direzione".