1

fcn 20

NOVARA - 04-06-2020 -- Compie 20 anni

la Fondazione Comunità Novarese onlus: è infatti nata a Novara il 19 aprile 2000 nell’ambito del progetto “Fondazioni Comunitarie” di Fondazione Cariplo, grazie ad un’importante intuizione dell’ex Presidente Giuseppe Guzzetti.


E’ un ente non profit che s’impegna a raccogliere fondi e poi ridistribuirli, per migliorare la qualità di vita del territorio, mettendo in relazione la volontà dei donatori con le necessità del territorio ma anche le organizzazioni del Terzo Settore che donano il proprio tempo e le proprie risorse, “mettendosi, così, in rete”, e acquisendo maggiore forza.


Nei vent’anni di attività la Fondazione ha sostenuto oltre 2.300 progetti grazie a oltre 10.000 donatori;costituito 81 Fondi tra Patrimoniali ed Erogativi; raggiunto oltre i 24 milioni di euro patrimonio; erogato, sul territorio, oltre 22 milioni di euro.  Per celebrare questi primi 20 anni è stata realizzata una Campagna pubblicitaria in cui raccontarsi, grazie ai volti e alle testimonianze di tanti.


“Già da tempo – spiega il Presidente FCN Cesare Ponti – avevamo pensato di festeggiare questo importante compleanno con una Campagna che servisse a raggiungere una platea più ampia da far entrare in relazione con noi e per ricordare a chi già ci conosce che può contare sulla Fondazione. La Campagna era stata terminata poco prima dello scoppio della pandemia e in calendario avevamo anche una serie di eventi che abbiamo dovuto, per forza di cose, annullare ma su cui stiamo lavorando per una programmazione futura, se la situazione, come speriamo, lo consentirà. In questi mesi ci siamo concentrati sull’emergenza sanitaria e sull’aiuto concreto alle organizzazioni del Terzo Settore messe in difficoltà dal Covid mettendo a disposizione della comunità, tra disponibilità di FCN e raccolta fondi, oltre 700.000 euro. Ora vogliamo provare a lanciare un messaggio di ripartenza e di speranza, a seguito di un periodo così difficile”.


La campagna si sviluppa intorno allo slogan “Da vent’anni accendiamo scintille di vita – Guardando al futuro”: un concetto molto caro all’ente che, per sua mission, si fa “intermediario filantropico” tra le volontà dei donatori e i bisogni dei beneficiari così come tra le organizzazioni del Terzo Settore, al fine di creare Reti di collaborazione sempre più forti ed efficaci.
“La campagna (che prevede affissioni di manifesti su circa 40 Comuni della provincia di Novara, una brochure, un video, materiali on line e off line e spazi promozionali) è stata pensata e strutturata su due livelli: uno istituzionale e uno basato su testimonianze personali.
I materiali che rappre

sentano il livello istituzionale contengono 52 volti di persone che, per diversi motivi, fanno parte dell’Universo FCN. Il gruppo comprende la struttura della Fondazione (Presidente, Presidente Emerito, Vice Presidenti, Consiglio di Amministrazione, Ex Consiglieri, Collegio dei Revisori e Staff) insieme a esponenti di organizzazioni che collaborano con l’ente e a rappresentanti della comunità tutta. Questo, per raffigurare l’esplosione delle tante scintille che scoccano quando una vita si avvicina all’altra dando origine a occasioni che, insieme, creano un potente fascio di “luce”.


Il secondo livello di racconto si basa sulla scelta di 8 testimonial, in rappresentanza di quattro diverse categorie.
Si tratta di due significativi donatori che in FCN hanno creato un Fondo Patrimoniale (il Dott. Gabriele Panzarasa e il Prof. Luciano Torgano), due volontarie (Margherita Zanetta per IdeaInsieme Novara e Marta Montebello per AIED Novara), due rappresentanti di organizzazioni che con FCN hanno realizzato progetti di grande impatto (Elisa Rimotti di Opera Don Guanella e Paola Piccoli per il restauro dell’Asilo Demedici di Bellinzago) e due beneficiari di progetti che FCN ha scelto di sostenere (Andrea Rovarini per il progetto “Non uno di meno” dell’Istituto “Fermi” di Arona e Stefano Maruzzo con la mamma Laura Barbaglia per il Centro Diurno “L’aurora” a Gozzano gestito da Anffas onlus Borgomanero).