1

carabinieri notte auto profilo destra

ARONA - 24-02-2020 -- Centoventi persone

identificate, 53 veicoli fermati e sette denunce: è questo il bilancio dei controlli alla mocida aronese effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Arona nella notte fra sabato 22 e domenica 23 febbraio. Come si legge in una nota dell'Arma, è stato effettuato un ulteriore servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato, in particolare, alla prevenzione degli eccessi della cosiddetta “movida” che interessa la città durante il fine settimana.


Nel solo territorio del comune di Arona, le diverse pattuglie impiegate hanno così eseguito controlli presso diversi locali pubblici, identificando nel giro di poche ore 120 persone (per la gran parte giovani e giovanissimi) e fermando 53 veicoli.
 Nel corso dei diversi controlli sono state denunciate in stato di libertà quattro persone, tutte residenti in provincia di Novara, rispettivamente classe 1963, 1986, 1994 e 1980, per guida in stato di ebbrezza alcolica, mentre un altro cittadino residente in zona, classe 1977, è stato invece segnalato alla competente Prefettura poiché trovato in possesso di un modico quantitativo di cocaina “per uso personale”.


Due invece le persone che durante lo specifico servizio sono state controllate e denunciate all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Si tratta di albanese classe 1955, pregiudicato, poiché trovato in possesso, a seguito di  perquisizione personale e domiciliare, di circa 4 grammi di cocaina e di circa 2000 euro 
in contanti, quale probabile provento dell’attività delittuosa e di un senegalese classe 1982, pregiudicato, poiché trovato in possesso, a seguito di  perquisizione personale e domiciliare, di circa 8,4 grammi di cocaina e di 0,8 grammi di 
hashish.



Durante la nottata, infine, come ormai d’abitudine, sono stati numerosi i controlli effettuati dai militari anche ai gruppi di giovani in transito dalla Stazione Ferroviaria di Arona per recarsi nei diversi locali della cittadina.