1

polizia stradale paletta stivali

BORGOMANERO -14-02-2020 - Dopo l'incontro di ieri

in Regione per scongiurare la chiusura del distaccamento della Polizia Stradale di Borgomanero, la segreteria provinciale del Siulp ha diffuso una nota in cui sottilinea come "il governatore, comprendendo e condividendo le motivazioni delle parti sindacali e dei rappresentanti dei territori, si è dichiarato formalmente contrario alla chiusura dei tre uffici piemontesi (oltre a Borgomanero anche Ceva e Domodossola, ndr), rendendosi disponibile ad ogni iniziativa positiva volta a ribaltare il progetto delle chiusure fini a se stesse". Il Siulp ha sottolineato inoltre che "apprezzando lo spirito dell'incontro e dell'impegno assunto dal governatore, proseguirà comunque nelle sue iniziative volte al coinvolgimento della collettività e dell'opinione pubblica dino alla soluzione positiva della vertenza. Ogni volta che un ufficio di Polizia chiude sul territorio - si legge nella nota - vi è lo Stato che arretra dichiarando la propria resa.(...) Alcuni potranno pensare che la Polizia Stradale non sia di importanza strategica, non valutando il fatto che in sua mancanza, gli incidenti stradali dovranno essere rilevati, di giorno quando e se ci sono in quel Comune, dalla Polizia Locale che di sera e notte non svolgono servizio, ovvero, in loro mancanza, dalle Volanti della Polizia o dalle Gazzelle dei Carabinieri. Queste ultime, se impegnate sui rilievi di incidente stradale, non potranno essere inviati negli interventi di soccorso pubblico". 

ùIl Siulp ha organizzato per questa mattina, venerdì 14, e per domani pomeriggio, sabato 15 febbraio, un proprio gazebo in piazza Martiri a Borgomanero, per una raccolta firme contro la chiusura del Distaccamento borgomanerese.