1

mani colori

NOVARA - 14-01-2020 - Si svolgerà sabato, 18 gennaio al Nuovo Teatro Faraggiana, la cerimonia di consegna del riconoscimento dei “Benemeriti della Solidarietà 2019” da parte della Fondazione Comunità Novarese onlus. Cinque le organizzazioni del territorio che saranno premiate per aver saputo coinvolgere in maniera particolarmente efficace, nei loro progetti, le comunità di riferimento. A seguire, il conferimento dell’onorificenza di “Novarese dell’anno” da parte del Comune di Novara.


La Fondazione Comunità Novarese onlus assegnerà il tradizionale riconoscimento pubblico di “Benemeriti della Solidarietà” a quelle organizzazioni che, sensibilizzando le comunità di riferimento nei confronti delle proprie iniziative o verso iniziative altrui, sono riuscite a stimolare numerose donazioni o, comunque, suscitare sentimenti di condivisione nella collettività.


Come noto, fino al 2013, il riconoscimento è stato tributato a singoli donatori mentre, dal 2014, in linea con una maggiore attenzione per il proprio ruolo di “intermediario filantropico”, la Fondazione ha deciso di premiare le organizzazioni non profit che, in maniera più efficace, hanno saputo coinvolgere le rispettive comunità di riferimento, attraverso campagne di raccolta fondi. Non solo in termini di quantità di denaro raccolto ma, più che altro, in termini di abilità nel far appassionare il maggior numero di persone alla propria causa divenuta, così, un obiettivo comune.
Ai “Benemeriti” sarà donata, come tradizione, l’opera dell’artista Sergio Floriani, intitolata “Donare ti segna”. Cinque le organizzazioni premiate quest’anno, che saranno svelate, solo quella mattina.“La premiazione dei Benemeriti – commenta il Presidente della Fondazione Comunità Novarese onlus, Dott. Cesare Ponti – è un momento molto importante per la nostra Fondazione ma anche una preziosa restituzione per il territorio che può vedere con i propri occhi e toccare con mano la generosità di tutte quelle persone che scelgono di donare tempo e risorse per migliorare la vita degli altri; soprattutto di chi si trova maggiormente in difficoltà. Anche quest’anno scegliere le cinque organizzazioni non è stato semplice perché sono moltissimi i progetti che ci vengono proposti ogni anno e davvero meritevole l’impegno di chi opera nel Terzo Settore ma crediamo di aver composto una “tavolozza” ricca, con tutti i colori che l’universo del volontariato può proporre, sapendoci stupire ogni giorno”.