1

progetto scuole

BORGOMANERO - 09-10-2019- Da oggi, mercoledì 9 ottobre il Festival della Dignità Umana entra nelle scuole con incontri e iniziative a favore dei giovani del territorio novarese sui temi culturali e sociali di maggiore attualità: l’Associazione Dignità e Lavoro “Cecco Fornara” Onlus promotrice del Festival ha, infatti, come impegno particolare la promozione e il coinvolgimento delle giovani generazioni con una sezione dedicata a loro, il Progetto Scuole, grazie al sostegno della Fondazione Comunità Novarese Onlus.

Diverse le scuole interessate con relatori illustri quali Ilaria Rudisi al Liceo “Don Bosco” di Borgomanero oggi,  mercoledì 9 ottobre e al Liceo classico e linguistico “Carlo Alberto” di Novara mercoledì 16 ottobre, Roberto Cicala al Liceo “Convitto Carlo Alberto” di Novara martedì 15 ottobre, Daniele Biella al Liceo classico “Fermi” di Arona venerdì 18 ottobre, Roberto D’imperio con Federica Nobili e Margherita Nobili all’ITI “Leonardo da Vinci” di Borgomanero venerdì 25 ottobre.

"Considerate le condizioni problematiche della società in cui viviamo e le situazioni in cui, anche sul nostro territorio, i valori della dignità umana sono negati – è il pensiero della Presidente dell’Associazione Dignità e Lavoro, Luisella Ferrari – si è pensato di offrire ai giovani, attraverso il Progetto Scuole, l’opportunità di conoscere il valore della responsabilità declinata nei vari ambiti. Il perseguimento della dignità nostra e degli altri è strettamente legato all’assunzione della responsabilità e quindi alla coscienza non solo dei nostri diritti ma anche dei nostri doveri".

 "La Fondazione – commenta il Presidente della Fondazione Comunità Novarese Onlus Cesare Ponti – accoglie sempre con piacere le iniziative che coinvolgono i giovani e che li aiutano a inserirsi nella comunità di riferimento. Da diversi anni sosteniamo il Progetto Scuole dell’Associazione “Dignità e Lavoro” che, quest’anno, si propone di sensibilizzare le nuove generazioni rispetto al tema della responsabilità e del volontariato, accrescendo in loro la conoscenza del ruolo centrale del Terzo Settore, anche in un'ottica di sbocco lavorativo. I beneficiari del progetto sono ben 120 giovani provenienti da istituti scolastici di Borgomanero, Novara, Gozzano e Arona".