1

centro ipaziaNOVARA -09-11-2018 - L’inaugurazione ufficiale del CAAD (Centro Interdipartimentale di Ricerca Traslazionale sulle Malattie Autoimmuni e Allergiche dell'Università del Piemonte Orientale) di oggi pomeriggio, venerdì 9 novembre, costituirà l’apripista ideale per l’ottava edizione della Giornata IRCAD, evento di divulgazione scientifica che domani, sabato 10, darà vita alle nuovissime strutture di Corso Trieste 15/A a Novara. Il tema portante di questa ottava edizione sarà “Alimentazione e salute: dal campo al letto del paziente passando per il CAAD”. L’evento è patrocinato dal Comune di Novara e organizzato in collaborazione con i centri UPO CAAD e FOODlink, Noberasco, Bio Novara, Riso Buono e gode del contributo incondizionato di Novartis.  La giornata I sarà suddivisa in due fasi principali. Al mattino, dalle ore 9 presso la sala convegni del CAAD, si terrà un convegno che coinvolgerà, sulle tematiche del cibo, docenti provenienti da tutti i Dipartimenti UPO: interverranno i professori Eliana Baici (DISEI), Marco Arlorio (DSF), Umberto Dianzani (DISS), Vincenzo Cantaluppi (DIMET), Vito Rubino (DIGSPES), Elisa Robotti (DISIT) e Davide Porporato (DISUM). Interverrà, poi, il professor Antonio Gasbarrini con la lectio magistralis intitolata La rivoluzione del Microbiota. Durante la mattinata verranno premiati i tre migliori lavori scientifici di giovani ricercatori UPO. Nel pomeriggio il CAAD si vestirà a festa e dalle 15 aprirà le porte a tutta la cittadinanza, dai bambini agli anziani, per presentare loro le attività di ricerca e clinica, con giochi, esperimenti, tavole rotonde, area prevenzione e tanto altro. Ci saranno anche il mercato contadino BIO a km zero, uno show cooking per imparare la vasocottura e istruzioni per preparare una merenda sana ed equilibrata in modo veloce e pratico. Ad apertura dell’evento tutti i partecipanti festeggeranno il ventesimo compleanno dell’UPO con una torta ad hoc. "Questo è il nostro modo di parlare di ricerca scientifica — spiega la professoressa Annalisa Chiocchetti, oggi responsabile dell’IRCAD — e di renderla fruibile a tutti, a qualsiasi età. Lo riteniamo fondamentale perché la ricerca resti uno dei punti forti del nostro ateneo. Farlo in modo comprensibile e divertente, è uno dei nostri punti di forza. Questa è l’occasione giusta per venire a conoscerci". L'IRCAD (Interdisciplinary Research Center of Autoimmune Diseases [Centro Interdisciplinare di Ricerca sulle Malattie Autoimmuni]) è stato istituito dall'Università del Piemonte Orientale nel 2002.

 
 
 
 
 
 
na